PROGRAMMA DELLE MASTERCLASS

Tutte le masterclass di UNarchive. Suoni e visioni si tengono presso la sede dell’AAMOD, in via Ostiense 106.

TUTTE LE MASTERCLASS SONO APERTE AL PUBBLICO FINO AD ESAURIMENTO POSTI


PRIMA SETTIMANA Lunedì 17 ottobre – Domenica 23 ottobre

Lunedì 17 ottobre 2022 ore 15.00-19.00
Stretch and Scratch. Found Footage Film and Experimental Music

Giacomo Ravesi

La masterclass vuole proporre un’introduzione alla residenza offrendo una panoramica sulle principali esperienze di found footage film e sperimentazione musicale all’interno delle storie del cinema e del video sperimentale e d’avanguardia, attraversando periodizzazioni e pratiche eterogenee: dal cinema astratto all’ambient video, dall’expanded cinema alla videoarte, dal videomusicale al vjing.

Martedì 18 ottobre 2022 ore 9.30-13.00
Archivi filmici. Funzionamento e metodologie di ricerca

Claudio Olivieri

La masterclass verterà sulla metodologia adottata per la ricerca e il trattamento dei documenti filmici dell’Archivio. Esplorando la banca dati dell’Aamod, verranno definiti i criteri utilizzati per la catalogazione e la metadazione dei materiali audiovisivi e verranno fornite indicazioni pratiche per la ricerca e selezione dei materiali.

Mercoledì 19 ottobre 2022 ore 9.30-13.00
Le immagini che ci riguardano

Gianluca Abbate e Virginia Eleuteri Serpieri

Le immagini non sono mai riducibili a un solo racconto ma sono oggetti aperti. Ma come porsi davanti alle immagini più difficili, quelle viste, analizzate e raccontate infinite volte? Basterebbe forse abbandonare per un attimo lo sguardo di chi ci ha preceduto e guardarle di nuovo, utilizzando le nostre lenti, i nostri occhi, per poter scoprire le infinite storie che contengono e che ci ri-guardano. La masterclass si propone di mostrare un metodo di lavoro e alcuni esempi di come le immagini create da “altri” possano diventare anche le “nostre”. Dal montaggio e il lavoro con il suono alla frammentazione dell’immagine stessa in infiniti pezzi da ricomporre di nuovo. Durante la masterclass saranno mostrati i progetti singoli e quelli realizzati insieme da Virginia Eleuteri Serpieri e Gianluca Abbate.

Giovedì 20 ottobre ore 9.30-13.00
Sonorizzare il movimento filmico. Campionature, sound-collage, plunderfonia

Økapi 

La masterclass è dedicata a ripercorrere la ricerca espressiva dell’artista, cut-up artist noto come esponente della plunderphonic music. Una ricerca sviluppata a partire dagli anni Novanta prima sul versante musicale e più recentemente estesa anche alla componente visiva, in collaborazione con il videoartista Simone Memè. Contesti, storie del copyleft e del furto sonoro, generi, pratiche, ascolti e visioni, messa a fuoco, attraverso esempi, dell’approccio compositivo e dei rapporti tra musica e immagine.

Venerdì 21 ottobre 2022
ore 9:30-11:30
Archiviare memorie: tracce pubbliche e private

Eleonora Manca

La fotografia porta in sé la logica dell’archivio, del creare memorie fornendo al materiale utilizzato una specie di ordine atto a dare nuovi significati, ricomponendo le parti, per fornire una nuova grammatica. Una lettura, ad ogni modo, disorganica e, al contempo, metafora di ciò che domina i processi della memoria stessa e le cesure che frammentano la continuità storica. Verranno presi in esame esiti artistici che hanno esplorato il ruolo dell’immagine nella formazione di storie collettive e private per rivelare documentazioni della realtà atte a esplorare, catalogare, il sottile crinale tra sguardi intimi, quotidiani e pubblici mediante una riflessione sul legame tra fotografia e memoria. La conclusione sarà affidata ad alcuni progetti video realizzati da Eleonora Manca nei quali l’interazione tra memorie, metamorfosi e memorie del corpo cercano di tracciare nuovi legami di sangue indagando la possibilità di un unico archivio che affondi le sue radici dell’archetipale, anche avvalendosi di documenti sonori storici (It Will Be Like Creating New Memories, Uncalled for  Anatomy, Provvisorio/Interim, Not Now).

ore 11:30-13:30
Paesaggi digitali della memoria

Alessandro Amaducci 

La videoarte pre-digitale e digitale indaga spesso il tema della memoria sfruttando immagini d’archivio che  vengono elaborate in vari modi a seconda dell’approccio estetico dei singoli artisti e delle funzioni che esse hanno all’interno dell’architettura di significato delle opere. La cultura digitale si rapporta al concetto di archivio creando una sorta di ambiente all’interno del quale i singoli dati vengono inseriti per creare un paesaggio digitale della memoria. Verranno analizzate opere di videoartisti internazionali (da Woody Vasulka a Marco Brambilla) e verranno proposte anche opere dell’artista stesso.


SECONDA SETTIMANA Lunedì 14 novembre – Domenica 20 novembre

Lunedì 14 novembre 2022 ore 9.30-13.00
Presentazione e analisi dei progetti in sviluppo

Luca Ricciardi e Giacomo Ravesi

Martedì 15 novembre 2022 ore 9.30-13.00
Repertorio e riuso creativo dei materiali, dal campionamento al remix

Giulia Tagliavia

La Masterclass proporrà un’analisi comparata tra i linguaggi visuali che prevedono il riutilizzo di materiali d’archivio, e l’esperienza compositiva basata sul riuso di materiali sonori, mediante le pratiche di campionamento, remix e la musica concreta.
Partendo dall’osservazione di opere cinematografiche, di videoarte, o ibride, che fanno del repertorio un mezzo creativo per indagare il contemporaneo, il focus sarà incentrato sulle varie possibilità di approccio a una sonorizzazione dei materiali d’archivio, dal vivo o come musica sincronizzata all’immagine.

Mercoledì 16 novembre 2022 ore 9.30-13.00
Montaggio di alchimia tra suoni e found footage

Ilaria Fraioli

Il dialogo che si attiva durante il montaggio creativo e liberamente sperimentale tra il found footage, i suoni, la musica e i testi deve essere immaginato come un discorso poetico in cui gli attori si rimandano  reciprocamente lo spunto, la corrispondenza armonica, la suggestione visiva o sonora, un ritmo. La masterclass potrebbe suggerire alcune modalità di lavoro per creare il contesto giusto durante l’editing.

Venerdì 18 novembre 2022 ore 9.30-13.00
Raccordi emotivi

Walter Fasano

La masterclass è dedicata alle forme e alle pratiche della regia nel riuso creativo degli archivi. La dimensione lirica del montaggio, l’uso evocativo di suono, musica e drammaturgia, la riscrittura dell’esperienza temporale, l’interazione fra immagine statica e in movimento, le relazioni del found footage film con i linguaggi delle arti visive contemporanee.